Versione adatta alla stampa

Stazione di Tassignano, a dicembre si presenta il progetto del polo delle professioni

La stazione di Tassignano (foto d'archivio)

Sarà presentato ai cittadini entro la fine dell’anno il progetto di recupero dell’area della stazione ferroviaria di Tassignano, dove sarà realizzato l’ampliamento di Artémisia, che così diventerà il “polo delle professioni”. Gli uffici comunali sono già al lavoro per definire i dettagli tecnici dell’intervento che ruota attorno alla riqualificazione dell’immobile ferroviario.

Un progetto strategico per l’amministrazione comunale, che potenzierà Artémisia rendendolo un punto di riferimento per lavoratori autonomi, freelance, partite iva e quelli in cerca di nuove idee da sviluppare, oltre che di studenti. La vocazione principale dei locali interni della stazione ferroviaria sarà quella di co-working, ossia un ambiente di lavoro condiviso. Una soluzione, questa, già  diffusa in altri Paesi e anche in Italia, che ha numerosi vantaggi. Oltre a quello più evidente, l’abbattimento dei costi sostenuti dal singolo lavoratore autonomo rispetto ad esempio all’affitto di uno studio, ci sono lo scambio di professionalità e la possibilità di interagire con altre figure professionali. Lavorare in un co-working, quindi, può favorire la nascita di idee imprenditoriali.

Il “polo delle professioni” si sposa anche con la visione di mobilità sostenibile dell’amministrazione Menesini. Rendere viva la stazione ferroviaria e aumentare il numero delle persone che si recano ad Artémisia significa infatti incentivare l’uso del treno per giungervi da territori limitrofi. Il potenziato polo Artémisia, inoltre, potrà essere utilizzato a scopo sociale, culturale e di promozione della conoscenza. Insomma, sarà ancor di più un punto di riferimento per la comunità.
La riqualificazione dell’area della stazione è frutto di un accordo sull’uso in comodato tra Comune di Capannori e Rete Ferroviaria Italiana dello scorso febbraio. Alcune questioni burocratiche hanno rallentato il percorso amministrativo affinché l’Ente di piazza Aldo Moro entri in possesso dell’immobile. La questione, però, è in fase di risoluzione.

Ciò che più conta è che l’amministrazione comunale stia per ultimare il progetto su cui, come è nel suo stile, aprirà un confronto con i cittadini. Nelle prossime settimane sarà ufficializzata la data, ma è certo che l’incontro si svolgerà prima di Natale.

Contatti

Centralino 0583 4281
Reperibile 348 38.51.25.1

Numero verde 800 43.49.83
(lun-ven dalle 11:30-13:30)

Fax 0583 42.83.99
 

Polizia Municipale
0583 42.90.60

InterPro Regionale
Protocollo Interoperabile

P.E.C del Comune

Indice Amministrazioni

Elenco siti tematici

Privacy Policy